Laura Neri “…fino a quando la nostra anima e la nostra personalità sono in armonia, tutto è gioia e pace, felicità e salute”
E. Bach
Via G. Guisan 4 - 6962 Viganello CH
0041 (0)76 516.94.43 laura@fioridibach.info
 

fiorinoIl dottor Edward Bach fiorino

"I rimedi arrecano pace ed un chiaro miglioramento dello stato d'animo.
Agiscono aumentando le nostre vibrazioni e aprendo i nostri canali in modo che possiamo recepire il nostro Sé Spirituale "

E. Bach

Per conoscere l'uomo che ci ha lasciato questo stupendo metodo di cura e autoguarigione, riporto la biografia del dottor Edward Bach scritta da Stefan Ball (attuale responsabile del Centro Bach di Mount Vernon) nel suo libro ' Floriterapia di Bach ' - Tecniche Nuove.

"Dottore in medicina e in discipline scientifiche, membro del Reale Collegio dei Chirurghi e del Reale Collegio dei Medici di Londra, Edward Bach fu patologo, batteriologo e omeopata.

Nacque nel 1886 a Moseley, nei pressi di Birmingham, da una famiglia di probabili origini gallesi. Iniziò a studiare medicina alla Birmingham University nel 1906 e più tardi si trasferì allo University College di Londra, dove terminò gli studi nel 1912.

A causa della salute cagionevole fu dichiarato inabile all'arruolamento per la prima guerra mondiale, ma durante il conflitto collaborò attivamente alla cura e all'assistenza dei feriti. Il peso di questi incarichi, che svolgeva parallelamente al consueto lavoro di ricerca, lo portò nel 1917, a un primo crollo fisico. Sottoposto a un intervento chirurgico, gli furono diagnosticati tre soli mesi di vita, ma non appena gli fu possibile il dottor Bach riprese l'attività di ricerca nella speranza di riuscire a dare un contributo importante alla medicina prima di morire. Con il passare dei mesi, tuttavia, si accorse di riacquisire forze e salute e attribuì questa inaspettata ripresa all'amore e al profondo interesse che nutriva per il suo lavoro.

Fu un'esperienza fondamentale che confermò in lui la convinzione che gli stati mentali possano esercitare un effetto diretto e determinante sulle condizioni di salute fisica. Quando scoprì le opere di Hahnemann sull'omeopatia, Bach ebbe la sensazione di aver finalmente imboccato la strada giusta verso la definizione di quella terapia naturale che era determinato a scoprire.

Lasciò lo studio di Harley Street, dove aveva praticato la professione con successo e guadagni, e si dedicò a tempo pieno all'elaborazione del nuovo sistema medico volto a curare il soggetto nella sua totalità e non come semplice portatore di sintomi. Nei cinque anni successivi mise a punto la serie dei 38 Fiori e un anno dopo, nel 1936, morì. Fu come se gli studi incessanti gli avessero fornito la scintilla che lo mantenne in vita e, completato il lavoro, anche la sua esistenza fosse giunta al naturale compimento".
 
sciaweb