Laura Neri “…fino a quando la nostra anima e la nostra personalità sono in armonia, tutto è gioia e pace, felicità e salute”
E. Bach
Via G. Guisan 4 - 6962 Viganello CH
0041 (0)76 516.94.43 laura@fioridibach.info
 
fiorinoI miei Articoli - Larchfiorino

Scuola e lavoro: ripartiamo con Larch, il Fiore dell’autostima
 
Cara lettrice e caro lettore,
innanzitutto buon rientro dalle vacanze estive! Riprendiamo il nostro viaggio  nell’entusiasmante mondo dei Fiori di Bach con un  rimedio che penso debba essere presente in tutte le case. Mi riferisco a Larch, il Fiore dell’autostima, utile nei momenti di sfiducia, quando si ha la sensazione di non farcela e si teme di non raggiungere il traguardo, ogniqualvolta si è convinti di non essere capaci di fare qualcosa che in realtà è alla nostra portata.
 

  • Larch, dunque, per continuare  a riprovare e per non mollare
  • Larch, per dire a noi stessi: io posso farcela e ce la farò!
  • Larch, per credere nelle nostre capacità ed usarle a nostro vantaggio!
  • Larch per non lasciarsi scoraggiare dagli ostacoli ed insistere fino a quando si è raggiunta la propria meta
  • Larch, Larch ed ancora Larch!

Chi può ricorrere a questo rimedio? Chiunque di noi abbia dei momentanei cali di autostima,  quando ci troviamo di fronte ad un avvenimento che riteniamo difficile da superare: un colloquio di lavoro, un esame, il saggio di danza o la finale di atletica, un discorso in pubblico…e quando, a volte inconsapevolmente, ci diciamo frasi del tipo: “non ci riesco, non ce la faccio, non sono capace”.
Tutti quanti dunque, grandi e piccini, possiamo aver bisogno di una dose di Larch per darci la forza e sferzata di energia per buttarci in qualcosa che amiamo, ma che per la paura di fallire non tentiamo nemmeno di intraprendere. Chi vive uno stato Larch negativo (espresso appunto in calo di autostima) non dubita solo delle proprie capacità, ma si convince proprio che non raggiungerà mai un risultato… ed allora preferisce lasciare perdere sin dall’inizio piuttosto che provare e lottare. 

Non lasciamo che la paura di sbagliare ci lasci in disparte in una vita in cui possiamo essere i veri protagonisti! Sosteniamoci con Larch e spezziamo le catene, quelle che noi stessi creiamo, per volare verso i nostri obiettivi.
E a proposito di voli e di voglia di lottare, mi viene in mente una frase di Richard Bach letta in Il gabbiano Jonathan Livingston: “per volare alla velocità del pensiero, verso qualsiasi luogo, tu devi innanzitutto persuaderti che ci sei già arrivato”.

Buon volo a tutti!

 

Laura Neri
Bach Practitioner

fiorinoindietrofiorino

 

 

 

 
sciaweb