Laura Neri “…fino a quando la nostra anima e la nostra personalità sono in armonia, tutto è gioia e pace, felicità e salute”
E. Bach
Via G. Guisan 4 - 6962 Viganello CH
0041 (0)76 516.94.43 laura@fioridibach.info
 
fiorinoI miei Articoli - Heather fiorino

Heather per sentirci parte dell'Universo

Care lettrici e cari lettori,
come faceva il dottor Bach a scoprire i rimedi floreali? Utilizzava l’intuito! Camminando nel bosco, il medico inglese era completamente aperto e ricettivo alle energie sottili della natura; quando scopriva la pianta il cui modello vibrazionale era in sintonia con l’emozione che lui stava provando, egli “sentiva” la risposta: avvertiva armonia, pace e serenità! Così egli descrisse, nel 1933, l’esperienza legata alla scoperta di Heather: “quel mattino, seduto lassù con Heather, ho sentito di non essere più un estraneo in quella terra, non più distaccato ed isolato, ma unito con il Tutto. Sono rimasto lì per tre ore mentre il rimedio si preparava…e sono scivolate via come minuti, calorose, ricche, splendide".

Il rimedio numero 14 Heather fa parte della categoria “SOLITUDINE” insieme a Impatiens  e Water Violet. Il soggetto che vive stati Heather negativi non ama stare da solo: è incredibile quello che potrebbe fare pur di avere un interlocutore al quale raccontare quello che gli è successo qualche istante prima, ieri, il mese scorso fino ad arrivare all’infanzia! Potrebbe attaccar bottone con un perfetto sconosciuto incontrato in fila alla cassa al supermercato o nella sala di attesa del dentista o alla posta…Il suo  bisogno di compagnia è tanto grande quanta la sua paura di restare da solo e la  persona soffre intensamente perché si sente persa e confusa: il bambino interiore piange e cerca appoggio e protezione all’esterno.
E’ probabile che ognuno di noi abbia provato questo bisogno di sfogarsi con qualcuno durante un momento di difficoltà. La vita è così frenetica e stressante che sempre più spesso l’ansia prende il posto di un sano ottimismo facendoci entrare in uno stato Heather. Si comincia a parlare in maniera ossessiva delle difficoltà al lavoro, delle malattie, delle delusioni d’amore…entrando così in uno stato cronico di lamentele, si è centrati solo su di sé col rischio di apparire noiosi e a volte anche logorroici. Risultato? La paura della solitudine che prima tanto ci spaventava diviene presto realtà: gli altri fuggono e ci evitano, perché stanchi dai nostri continui “Io…io…io…”

La potenzialità positiva del Fiore è la capacità di ascoltare. Si gode della compagnia degli altri in uno scambio armonioso senza necessariamente monopolizzare le conversazioni. Si dà valore alla solitudine senza più considerarla negativa perché diventa l’occasione di stare in contatto con se stessi, in piena consapevolezza che non si è MAI totalmente soli perché parte integrante di un Universo che ci ama e ci protegge. Si può utilizzare Heather per evolvere, per superare l’Io egocentrico e riallinearci alla nostra Anima, affinché l’Io adulto possa proteggere il bambino bisognoso (“the needy child”) nelle sue carenze di affetto.

Quando sentiamo di stare attraversando un periodo difficile che ci porta a soffocare gli altri, fermiamoci un momento: respiriamo profondamente, assumiamo il rimedio floreale e visualizziamo un Angelo che ci abbraccia e ci protegge…la Terra è piena di esseri di luce che ci amano!

 

Laura Neri
Bach Practitioner

fiorinoindietrofiorino

 

 

 
sciaweb